Lo strano caso dell'Urania 35.
1 - La scomparsa



L'Urania più raro del mondo

Sì, signori: non è il 323bis. Quello, in qualche modo, era un Urania "normale". Ma quest'altro... ha una storia molto più travagliata.
Eccola!

A quest'argomento ha già accennato l'amico Enrico Nicolucci nella sua rubrica di Ottobre 2002; ad ogni buon conto, il fatto è talmente ghiotto da meritare comunque un approfondimento. Ecco dunque che, per cominciare, riporto esattamente quanto dice Luigi Cozzi, ringraziandolo per aver concesso di ripubblicare quanto apparso su Mystero n. 1, 2000.

Mystero è una rivista che tratta di eventi misteriosi (parapsicologici, horror, UFO) nonché di storia e archeologia in ottica non ufficiale, e a volte in maniera veramente intrigante. Il Custode, però, la trova incredibilmente interessante per la notevole parte dedicata a letteratura, iconografia e cultura SF, fantastico e horror.

Luigi Cozzi non ha bisogno di presentazioni: regista, scrittore, saggista, giornalista, curatore, esperto, collezionista, appassionato, ha accumulato un'enorme quantità di materiale sulla storia della SF in Italia, e la pubblica a puntate su Mystero.
Durante le numerose interviste effettuate per scrivere la sua magnifica "Storia di Urania", Cozzi è venuto a sapere di un Urania fantasma. Lasciamogli la parola. Ma prima... preparate un grappino e lasciatelo a portata di mano. Ne avrete bisogno fra poco...

...C'è stato davvero il caso di un Urania scomparso, che sarebbe dovuto essere, e non è stato, affacciandosi all'esistenza per un solo breve istante e poi svanire nel nulla.

Intorno al 1980, svolgendo le ricerche e le interviste per quella "Storia della Fantascienza in Italia" che prima o poi vedrà la luce nella sua versione completa, scoprii una vicenda molto curiosa.
Intervistando infatti alcuni redattori e funzionari della Mondadori, venni a sapere che nel febbraio del 1954 l'intera tiratura di un Romanzo di Urania, appena stampata, fu bloccata da un ordine personale di Arnoldo Mondadori e inviata direttamente al macero. Si trattava del numero 35, che si intitolava L'Era di Satana, opera dello scrittore americano Fritz Leiber, e che era stato annunciato.


L'annuncio su Urania numero 34

Ecco l'annuncio sull'Urania 34. L'Era di Satana era stato annunciato fin dal n. 24.


Così, nelle edicole i Romanzi di Urania saltarono un'uscita, finché, dopo una quindicina di giorni, venne stampato un secondo numero 35, intitolato Il Risveglio dell'Abisso di John Wyndham, che uscì regolarmente e fu venduto al pubblico.

Ma perché mai Arnoldo Mondadori in persona ordinò il blocco dell'originario numero 35, L'Era di Satana di Fritz Leiber? e poi ne fece addirittura distruggere tutte le copie inviate impietosamente al macero?
Il motivo è semplice: quando - appena stampata - la prima copia del fascicolo giunse sulla sua scrivania, il vecchio Arnoldo quasi si strozzò da solo per l'indignazione. Il romanzo di Leiber infatti - corredato da una splendida quanto macabra copertina di Kurt Caesar - era imperniato su un mondo tutto dominato da una perversa dittatuira di preti e suore, che esercitavano la loro crudele tirannia in nome di Dio.
Un tema del genere, nell'Italia dei primi anni Cinquanta, era davvero troppo audace per l'anziano, conservatore Arnoldo Mondadori... ed ecco spiegato perché l'editore si trasformò in una furia, ricoprì di epiteti irriferibili il curatore della collana (Giorgio Monicelli, che fra l'altro era una specie di suo figliastro) e ordinò la completa distruzione del fascicolo appena stampato.
Fu così che l'Urania 35 L'Era di Satana (titolo annunciato nel numero precedente) e la bellissima copertina di Caesar si persero per sempre.
Il libro comunque non rimase inedito: circa undici anni più tardi, quando cominciai a lavorare per Galassia, lessi che tra i testi più celebri negli Stati Uniti c'era appunto quel romanzo di Leiber, noto nell'edizione originale come Gather, Darkness.
Proposi a Roberta Rambelli di pubblicarlo nella collana, ma lei mi rispose che non era possibile perché da tempo quel testo non veniva più ristampato e non c'era modo di averlo e tradurlo. Le risposi di non preoccuparsi, perché il testo originale di Gather, Darkness gliel'avrei procurato io: che lei intanto provvedesse a ottenere il contratto.
Roberta lo richiese e, dopo una ventina di giorni, dal mio amico supercollezionista americano Forrest J. Ackerman

Forrest J. Ackerman, il più grande collezionista SF del mondo!
...le arrivò anche il rarissimo testo originale.
Proposi di intitolarne la versione italiana parafrasando quella francese (L'Alba delle Tenebre, edita - mi pare - dalla Fleuve Noir) e finalmente, nella prima metà degli anni Sessanta, il "blasfemo" libro di Leiber uscì su Galassia e da allora è stato ritenuto un "classico" anche nel nostro paese.


copertina del Galassia 59 del 1 Novembre 1965 (raffigura uno smalto di Rocco Borella)

Galassia 59 del 1 Novembre 1965. Copertina: smalto di Rocco Borella.
Nella presentazione di Ugo Malaguti (traduttore) non si fa menzione dei fatti qui esposti.

Per ironia della sorte, nell'agosto del 1991 - a dimostrazione che i tempi erano davvero mutati - anche la Mondadori (Arnoldo se n'era già andato) riprese quel romanzo e lo pubblicò nella collana Classici Urania, usando lo stesso titolo che io avevo preso a prestito dall'edizione francese. Ignorando forse che, come L'Era di Satana, quel testo era già uscito il 20 febbraio del 1954 come numero 35 dei Romanzi di Urania... un'edizione inviata al rogo prima di vedere le edicole!

Domandina finale: è possibile che qualche copia del blasfemo numero 35 sia sfuggita alle fiamme purificatrici?

Difficile dire ma, in teoria, non impossibile. E allora sarebbe, in assoluto, il "pezzo" più raro e prezioso di tutta la fantascienza italiana. Collezionisti, alla caccia!

Avete capito, eh? Che roba? Non vi ribolle il sangue nelle vene di collezionisti?

Ma adesso... bevete tutto d'un sorso il grappino che avete preparato all'inizio dell'articolo.

Siete pronti?

E allora...


Urania 34 (10.02.1954)   Urania 35 che fu mandato al macero su ordine di A. Mondadori   Urania 35 (20.02.1954)


(continua...)
Il Custode


Varietà  -  Lo strano caso... 2 - Confessione   -  HOME